LISBONA in 4 giorni

Abitando lontano dalla mia famiglia volevo fare un viaggetto con loro, come siamo soliti fare, per passare dell’ottimo tempo insieme…e così pensa che ti ripensa ho prenotato un volo per Lisbona. Ero già stata anni fa e me n’ero innamorata, essendo una grande città mi mancavano alcune cose da visitare, mentre i miei genitori non ci erano mai stati quindi era la meta perfetta!

Era fine novembre, siamo arrivati la sera tardi e così con un taxi ci siamo subito diretti al nostro hotel Ibis, il tassista guidava come un pazzo e continuava a parlare in portoghese senza che noi capissimo niente….va bhe contento lui, meno male il viaggio durò poco. L’hotel è molto bello, lo consiglio a tutti, arredato in stile marittimo e con una sala colazione all’ultimo piano dalla vista impagabile. Non ci resta che cercare un posticino per la cena e l’albergo ci consiglia un ristorante nella nostra stessa via O Cacho Dourado…un posto speciale, molto portoghese, ottimo cibo, freschissimo…non lo abbandoneremo più per tutta la vacanza!!!

L’indomani dopo la nostra super colazione decidiamo di dirigerci verso il centro, abbiamo la metropolitana vicina, ma è talmente una bella giornata che decidiamo di percorrere il grande vialone alberato Av. de Liberdade, arriviamo così a due bellissime piazze collegate tra loro, dopo un paio di foto ci dirigiamo verso il castello di S. Jorge inerpicandoci sulle viette in salita che portano al castello. Il castello è molto bello, sopratutto la vista che regala essendo costruito su uno dei tanti colli di Lisbona.

Dopo la visita al castello seguiamo un percorso consigliato dalla guida che ci porterà prima al Miradouro de St. Luzia, altro punto panoramico spettacolare e poi giù fino ad arrivare alle vie centrali che portano alla Placa do Comercio, la grande e bella piazza lisboneta.

Da qui dopo aver mangiato delle gustose polpettine di baccalà ci dirigiamo lungo il fiume verso il quartiere Chiado, dopo una bella salita, raggiungiamo una bella e fresca piazza dove visitiamo la famosa Ileja do Carmo, una chiesa gotica senza tetto, davvero affascinante.

E’ bello passeggiare in questo quartiere tranquillo e fuori dai punti super gettonati dei turisti…da qui piano piano torniamo verso l’hotel a piedi.

L’indomani decidiamo di prendere il tram e andare a visitare il quartiere Belem, durante il viaggio, che durerà una mezz’ora, conosciamo una coppia di cinesi che abitano in America…praticamente non capiamo niente di quello che ci dicono, ma è pur sempre bello conosce persone che vivono dall’altra parte del mondo! Giunti a destino camminiamo lungo il canale scattando qualche foto al monumento dedicato alle scoperte, Padrão dos Descobrimentos, e alla torre di Belem. Pranziamo in uno dei pochi ristoranti sul canale, scegliendone prima uno tutto bianco dall’aspetto molto elegante ma purtroppo dopo che per mezz’ora nessuno veniva a prenderci l’ordinazione ci siamo spostati in quello accanto dove abbiamo mangiato molto bene.

Attraversiamo la strada e dedichiamo un accurata visita al Mosteiro dos Jerónimos, visto da fuori è davvero immenso, l’interno lascia senza parole con i suoi marmi intagliati e le decorazioni dei suoi corridoi…stupendo!

Non possiamo ritornare verso il centro senza aver mangiato le originali Pasteis de Belem nella sua pasticceria completamente dedicata a questo squisito dolce, troppo buono!!!!

L’ultimo giorno a Lisbona lo dedichiamo a un bel giro sull’electrico 28, da non perdere anche se un pò tanto turistico; è impressionante vedere le salite e le discese che percorre questo tram e le viette che imbocca rasentando i muri…è molto gettonato e si rischia di rimanere in piedi quasi sempre. Noi siamo partiti al mattino presto da Placa Martin Moniz, c’era già una gran fila ma super scorrevole e abbiamo fatto il giro completo, ovviamente quando attraversa il centro si svuota abbastanza.

Terminato il tour decidiamo di andare a pranzare al mercato da Ribeira, è davvero stra pieno di gente quindi presi dalla confusione giriamo desolati senza una meta, cercando un posto dove mangiare e così ci fermiamo nel bar vicino alle bancarelle dei fiori, da fuori sembrava carino ma una volta seduti ci rendiamo subito conto che il posto è molto sporco e il cibo che ci servono è davvero di bassa qualità…da evitare!

Un ultimo giro per il centro e purtroppo dobbiamo andare in aeroporto, che tristezza, si stava così bene…ci tornerei subito, Lisbona ci ha catturato il cuore!

Precedente Marocco - Monti del Rif + Costa mediterranea