TRANSILVANIA + BUCAREST

20161230_111335

Amando i posti freddi quest’anno per il Capodanno eravamo indecisi tra la Lapponia (mio sogno sin da bambina) e la Romania…valutati i costi e gli orari dei voli abbiamo optato per la Romania, precisamente Transilvania e Bucarest.

Partenza 27 dicembre alle 7 con volo Ryanair, arriviamo a Bucarest e subito ritiriamo l’auto precedentemente noleggiato con Rentalcar.  Si parte per Brasov dove avevamo prenotato 3 notti nell’hotel Calea Pienii penthouse…in Romania praticamente non esistono autostrade ma delle sorte di statali…partiti nemmeno da 1 ora e siamo già fermi in una coda micidiale, noooo l’esodo dei rumeni per le montagne e così invece di metterci due ore e mezza ce ne abbiamo messe 5!!!!

Arrivati a Brasov ormai col buoi troviamo il nostro albergo a fatica perchè molto nascosto e senza nessun cartello…ci accoglie il proprietario davvero gentile che ci fa subito sentire a casa, la stanza è bella, molto confortevole, l’avevamo scelto perche c’era la cucina e visto il freddo la sera ogni tanto mangeremo lì!

Andiamo subito alla scoperta di Brasov che è davvero carina, piena di negozi e ristorantini, con la sua bella piazza gremita di bancarelle di Natale un bell’albero natalizio proprio al centro!

img_8915

Troviamo un ristorantino in un vietta vicino alla piazza dove mangiamo salsicce e polenta e i tipici involtino di verza con all’interno la carne.

L’indomani è la volta del famoso castello di Dracula a Bran…Nevica ma le strade sono pulite, la cittadina di Bran è molto turistica rispetto al resto della Transilvania ma consiglio, se dovete comprare qualche souvenir fatelo qui, perchè poi non troverete praticamente più niente come noi!!! Il castello è molto suggestivo e in effetti a vederlo fa un pò paura, capisco perchè Bran Stoken abbiamo ispirato il suo libro proprio in questo luogo…si trova arroccato su una roccia e ti guarda minaccioso, l’interno invece è molto aggraziato perchè realizzato dalla dinastia reale nei primi del 900, anche il suo cortile piccolo ma curato è molto piacevole. (ingresso 7 €)

img_8953

img_8935

img_8948

Usciti dal castello fate un giro nel giardino, nessuno ci va ma ci sono delle vedute del castello molto interessanti!

Cerchiamo un posto dove pranzare e troviamo un ristorante tutto in legno, nella seconda via a destra arrivando dal castello, molto carino dove mangiamo una bella zuppa servita nel pane, buonissima!!!

Prendiamo la strada che continua verso Moieciu de Jos, qui si aprono degli scorci sulle montagne e sulle vallate circostanti molto belli, è una Romania rurale fatta di case con palle di fieno all’esterno, chioschetti che vendono carne essiccata e verdura sotto aceto.

img_8959

Il giorno seguente decidiamo di dirigerci verso Sibiu facendo alcune tappe…la prima da noi scelta è la cittadella fortificata di Fagaras, che risale al 1300, come quasi sempre capita qui siamo solo noi…paghiamo il biglietto e ci addentriamo nel cortile per poi visitare alcune stanze e le sale delle torture…un tempo qui effettuavano delle torture tremende. Tutto molto bello e con la neve suggestivo.

img_8984

Usciti dal castello visitiamo la chiesa ortodossa proprio accanto, sono molto diverse dalle nostre chiese ma molto belle, generalmente affrescate e con tanti dettagli d’oro.

Nel tragitto diamo un passaggio ad un’anziana signora con i due nipotini, da ore ad aspettare un bus mai passato, lei aveva lavorato 12 anni in Italia quindi parlava perfettamente italiano e ci ha spiegato un pò di cosine sulla Romani interessanti.

Continuiamo il nostro tragitto per Sibiu e affamati ci fermiamo in un ristorante nella zona commerciale poco prima di Sibiu, scelta sbagliatissima, cibo scadente e freddo…andate a Sibiu a mangiare in caso dove ci sono tantissimi posti carini!img_8996

Sibiu è davvero graziosa con le sue viette storiche con gli “occhi” sui tetti, delle finestrelle che sembrano in effetti degli occhi, la sua piazza addobbata per Natale in modo splendido con le bancarelle. Passeggiando qua e la troviamo chiese e piazze meravigliose, il ponte dei bugiardi e tanti musei, passiamo quasi tutto il pomeriggio qui, davvero piacevole! Per la sera prendiamo in uno dei tanti panifici il loro tipico pane ad anello con formaggio e una fetta di tornata…visto che torneremo un pò tardi staremo al calduccio nel nostro hotel.

Il tempo in Transilvania è terminato, comincia la nostra strada verso Bucarest dove passeremo gli ultimo 2 giorni, prima però visitiamo Rasnov una cittadella fortificata posta sulla cima di una collina, decidiamo di salirci a piedi, in 10 minuti arriviamo…ne vale davvero la pena un pò per la cittadella molto carina, un pò per la vista.

img_9003

Per fortuna il ritorno verso Bucares scorre liscio, non con il traffico dell’andata. Consiglio una tappa per mangiare al ristornate della teleferica a Sinaia, davvero eccezionale !

Giungiamo a Bucarest in serata, il vialone che conduce in centro risente molto del passato comunista con i suoi palazzoni grigi squadrati, davvero tristi ma appena arrivati in centro non è più così…troviamo subito il nostro Recidence Hemingway, carino, comodo come posizione ma personale scortese.

Ci addentriamo subito nel centro della città e le luminarie di Natale ci colpiscono anche questa volta, stupende! Nel centro ci sono molte vie pedonali tempestate di locali e ristoranti ma Simo, il io compagno, non vuole perdere tempo e vuole vedere subito il famoso Parlamento che in effetti è davvero immenso, non per niente si vede dalla luna. Peccato che per realizzarlo Ceausescu ha sventrato un quartiere intero lasciando senza casa tutte le persone che vi abitavano!img_9041

Proprio davanti al parlamento ci sono le bancarelle di Natale, quindi decidiamo di mangiare qui le tipiche salsicette della Romania, che sono tipo le nostre salamelle, molto gustose, poi assaggiamo una sorta di hot dog e in fine il manicotto di Boemia, un dolce squisito! Fa molto freddo ma l’atmosfera è talmente bella che non ci scoraggiamo!

bucarest

L’indomani vorremo visitare il parlamento ma scopriamo che è chiuso fino al 3 gennaio, che peccato! Allora guida alla mano visitiamo qualche chiesa ortodossa e la Calea Victoriei con tutti i suoi bei palazzi e bei negozi fino ad arrivare in una zona dove sembra ci sia un mercato al coperto, girovagando per queste viette decidiamo di fermarci a mangiare in un bel ristorante caratteristico che sembra un pò una birreria tedesca.

img_9052

Torniamo nel quartiere Lipscani e ci facciamo trasportare dalla bella atmosfera, ci sono dei ragazzi che suonano, le perone sono in giro per le ultime compere prima del cenone. Si fanno le 18.30 e decidiamo di mangiarci un bel ghiros pita in un piccolo ristorantino greco, sarà il nostro “cenone di capodanno”! Torniamo in hotel per rilassarci un pò fino alle 22.30 circa e gran finale di anno in piazza tutti a “ballare”, per modo di dire, con le canzoni di una famosa cantante rumena….-3…2…1 AUGURI!!!! BUON 2017 A TUTTI!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Precedente Un'atmosfera romantica al Ristorante Mottaletta - Isola di Madesimo Successivo Una piccola visita al Lago d'Iseo

2 commenti su “TRANSILVANIA + BUCAREST

    • viaggiaconfede il said:

      Grazie Papino viaggio insolito ma veramente bello! Ora ci aspetta Cuba!!!!

I commenti sono chiusi.